giovedì 23 aprile 2015

Crostata fiorita della mamma,la crostata dei ricordi

Sensazioni,emozioni,odori e profumi che risvegliano i ricordi.Voglia di lasciare una traccia di te nelle persone che ami,è questo che muove le mie mani e la mia mente quando impasto,mescolo,monto e decoro.L'emozione che provo quando vedo un dolce che cresce in forno,il profumo che risveglia la memoria di quando la nonna preparava le sue meraviglie,la nonna che quando,io adolescente, le chiedevo una ricetta,lei che non sapeva scrivere mi diceva''Impara e ruba con gli occhi'',perchè non aveva ricette scritte.
Il desiderio che mia figlia un giorno apra queste pagine e provi le stesse sensazioni che scaturiscono in me quando ricordo la mia mamma che preparava la crostata fiorita e le sue mani che modellavano petali e foglie. 
Ingredienti
  • 4 tuorli
  • 600g di farina per dolci
  • 200g di zucchero semolato
  • 250g di burro
  • 2 cucchiai di marsala
  • 1 limone grattugiato 
  • 1 pizzico di sale
  • qb di marmellata o confettura a piacere

La mia mamma impastava tutto a mano( io invece uso la planetaria),quindi facciamo una fontana con la farina,versiamo al centro lo zucchero , i tuorli,la buccia del limone grattugiata,il marsala e il pizzico di sale,con una forchetta diamo una mescolata e poi aggiungiamo il burro freddo a cubetti,mischiamo grossolanamente e poi inglobiamo la farina pizzicando il tutto con le dita,compattiamo velocemente,appiattiamo e avvolgiamo il panetto con pellicola e mettiamo a riposare per 30 minuti circa in frigo.
Foderiamo una teglia di 30cm di diametro con un disco di carta forno,prendiamo due terzi di pasta frolla e la stendiamo sulla carta forno con un matterello,poi trasferiamo la carta nella teglia e con con le dita continuare ad allargare la frolla fino a coprire il fondo,risalendo leggermente sui bordi.
Spalmare la marmellata sulla frolla e poi con il resto della pasta formare i fiori e le foglie,formare un cordone e rifinire tutto il bordo pizzicandolo,poi infornare a 180°C per trenta minuti circa.
Nella planetaria invece versare la farina e il burro a cubetti e procedere alla sabbiatura con la frusta a K o foglia,poi aggiungere il resto degli ingredienti e impastare a media velocità  fino a che non si forma una palla poi procedere come sopra.






mercoledì 8 aprile 2015

Asparagi selvatici croccanti

Ricomincia la stagione degli asparagi selvatici,il ragazzo di mia figlia ne è un appassionato raccoglitore e spesso parte per la campagna alla ricerca di questi deliziosi steli verdi dal gusto leggermente amarognolo ma molto più intenso e gustoso rispetto alle altre varietà .
In alternativa al solito modo di mangiarli lessati e conditi con olio e limone,nei risotti e nelle frittate,li abbiamo cucinati anche così,impanati e poi messi nel forno a gratinare,buonissimi ,uno tira l'altro.
Ingredienti:
  • 2 mazzetti di asparagi selvatici
  • 2 uova
  • 2 cucchiai di latte
  • qb di farina
  • qb di pane grattugiato
  • qb di olio evo

Tagliare la parte dura del gambo degli asparagi,lavarli e metterli in un sacchetto per alimenti con la farina necessaria per infarinarli scuotendoli fino a quando sono tutti ben ricoperti dalla farina,sbattere 2 uova con il latte e un pizzico di sale e immergerci gli asparagi pochi alla volta,passarli poi nel pane grattugiato e sistemarli in una teglia  ricoperta da carta forno.Versare un filo d'olio sopra gli asparagi e infornare in forno già caldo a 180°C fino a quando sono cotti e croccanti.