domenica 19 marzo 2017

Vellutata di topinambur alla salvia con nocciole



La Primavera è alle porte,nel mio giardino sono nate viole mammole e del pensiero,le primule e le margherite,le calle si stanno preparando e le siepi sono tutte un germoglio,il prunus è tutto pieno di fiorellini rosa ed io inizio ad aver voglia di piatti freschi,ma ho tante ricette invernali ancora da aggiungere al mio ricettario virtuale che come al solito aggiornerò l'anno prossimo ,forse...
Tra le tante oggi ho scelto una vellutata,ci piacciono molto le vellutate,di zucca,zucchine,zucchina spinosa,patate viola,insomma un pò con tutte le verdure e ortaggi,il topinanbur ricorda molto il sapore dei carciofi,la consistenza invece è simile a quella della patata.
Questa ricetta l'ha vista mia figlia nel blog di GnamBox,io l'ho rifatta tale e quale tranne per l'aglio che non usiamo e poco scalogno . 
 Ingredienti per 4
  • 800g di topinambur
  • 600g di patate
  • 50g di nocciole
  • 1 scalogno
  • qb di salvia 
  • 1 rametto di rosmarino
  • 4 cucchiai di yogurt
  • olio evo
  • sale
  • pepe

Portare a bollore dell'acqua salata con 2 rametti di salvia da usare come brodo di cottura,pulire le patate e il topinambur e tagliarli a cubetti.In una pentola con olio far rosolare lo scalogno a pezzetti con un rametto di rosmarino e uno di salvia,unire le patate e il topinambur dopo aver tolto i rametti aromatici e far rosolare per qualche minuto,coprire a filo con l'acqua aromatizzata con la salvia e cuocere per circa mezz'ora o fino a quando le verdure sono morbide.
Frullare il tutto fino ad ottenere una crema,aggiustare la consistenza aggiungendo altra acqua aromatizzata o facendo asciugare sul fuoco a secondo della densità che ci piace.Nel frattempo rosolare in una padella alcune foglioline di salvia con le nocciole tagliate a metà.
Servire la velluta ben calda con un cucchiaio di yogurt messo al centro del piatto,le nocciole tostate le foglioline di salvia e un filo di olio.


sabato 11 marzo 2017

Rana pescatrice(o coda di rospo) al forno con patate


Per San Valentino anche quest'anno mia figlia si è dedicata a cucinare per il suo ragazzo e anche se in ritardo pubblico questa ricetta molto gustosa, che tanto non dobbiamo mica aspettare la festa degli innamorati per cucinarla,basterà evitare di  tagliare le patate a cuore.
Non ricordo il peso del pesce,era molto grande(forse 1 kilo e 800g) ma la rana pescatrice è tutta testa in cui c'è poco da mangiare,rimane il corpo che se mangiato dopo altri piatti è sufficiente per tre-quattro persone,altrimenti ci mangiano giusto in due,volendo si possono comprare solo le codine più piccole.Noi non usiamo aglio e abbiamo messo lo scalogno,ma a chi piace lo può sostituire tranquillamente.

Ingredienti
  • 1,800kg di rana pescatrice
  • 15 pomodorini datterini piccoli
  • 10 olive verdi 
  • 10 olive nere
  • 1 cucchiaio di capperi
  • 1 scalogno piccolo (o aglio)
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • due rametti di rosmarino
  • mezzo bicchiere di vino
  • sale e pepe
  • qb di olio extravergine
  • 1 kg di patate


Foderare con carta forno una teglia,massaggiare con olio sale e pepe il pesce e appoggiarlo dalla parte del dorso sulla teglia.Tritare il prezzemolo, lo scalogno e un rametto di rosmarino,cospargere il tutto sul pesce,aggiungere i capperi, le olive e i pomodorini tagliati a metà,irrorare con un filo di olio e infornare a 200°C per 30 minuti,a metà cottura aggiungere il vino,irrorare ogni tanto il pesce con il liquido di cottura.
Tagliare a cubetti le patate,condirle con olio, sale,pepe e rosmarino,cuocerle in padella e quando sono belle dorate e cotte aggiungere il liquido di cottura del pesce e farlo assorbire tutto dalle patate.
Porzionare il pesce e servirlo accompagnato dalle patate , se vogliamo dargli un tocco più piccantino tagliamo le patate a fette e poi con un tagliabiscotti ricaviamo i cuori che faremo dorare in padella con una spolverata di paprika o peperoncino in polvere.