lunedì 10 febbraio 2014

Una serata con la fondue bourguignonne


La Bourguignonne,preparazione fantastica per stare in compagnia a mangiare tutti insieme senza che la padrona di casa si alzi in continuazione.Sinonimo di convivialità dato dalla lentezza del metodo di cottura  della carne , quindi l'attesa stimola la comunicazione e il gossip tra i commensali a meno che non ci riempiamo la bocca con chili di pane intinto nelle varie salse intervallando con carciofini , funghi sott'olio e sottaceti vari innaffiando poi la gola con  un buon vino.


Riporto alcune nozioni trovate in rete:
''La fondue bourguignonne  (tradotto dal francese fonduta borgognona) è una specialità della regione transalpina della Borgogna, capoluogo Digione (anche se si dice  abbia invece origini svizzere), che consiste nel cuocere dei piccoli pezzi di carne (di solito manzo ma anche vitello, pollo o maiale) in olio vegetale bollente, accompagnati da varie salse di condimento. Per questa preparazione viene utilizzata una pentola apposita, riscaldata da un fornelletto ad alcool o da un lumino, simile al caquelon da fonduta. È un piatto ampiamente diffuso anche in Svizzera ed in Italia, in particolare in Piemonte(caratteristiche peculiari sono l'uso dell'olio di oliva anziché olio di semi come spesso accade all'estero, la presenza anche della salsiccia e del pollo oltre a manzo e maiale, e delle immancabili salse utilizzate anche per il bollito misto), si accompagna molto bene a vini rossi corposi.


Ogni commensale, che ha a disposizione un piatto con scomparti in cui mettere le salse e una forchetta da fonduta a manico lungo, si prepara da sé la pietanza. Un boccone di carne viene infilzato con la forchetta; introdotto nella pentola, il tempo di immersione e quindi di cottura è breve ma viene scelto dal commensale a suo gusto per ottenere la carne al sangue o ben cotta; estratto dalla pentola il boccone viene immerso in una delle salse a disposizione.''
La bourguignonne esige la perfezione,quindi la dispendiosità,carne  pregiata (filetto o controfiletto),magra e tenerissima e ottimi vini corposi,perciò se dovete badare al risparmio cambiate menù!!!
Indispensabile per la fondue il set di piatti con gli scomparti e la pentola con il fornelletto che io ho da almeno trent'anni ma che ho usato poche volte.
Calcolare 150-200g di carne a testa e privarla dei nervetti e pellicine,tirarla fuori dal frigo 1 o 2 ore prima di servirla e tagliarla a cubetti regolari grandi  due tre centimetri,io ho usato filetto di manzo e di maiale e una salsiccia.
Qualche ora prima mettere in infusione in un litro circa di olio di semi,erbe aromatiche a piacere:salvia alloro timo rosmarino e filtrarlo prima di metterlo a scaldare sul gas avendo l'accortezza di mettervi una patata sbucciata che ha il compito di impedire all'olio di diventare scuro.
Versare l'olio bollente nel recipiente della fondue, sistemarlo sul treppiede con sotto il fornelletto riempito di alcool e acceso e posizionarlo al centro del tavolo.Servendosi delle apposite forchettine infilzare i pezzetti di carne ed immergerli nell'olio bollente scegliendo a piacere il grado di cottura,intingendoli  nelle varie salse a disposizione e gustandola subito
Mia figlia ha voluto far fare questa esperienza( da provare almeno una volta ) al suo ragazzo,eravamo solo noi tre ma abbiamo passato una piacevole serata cercando di districare le nostre forchette , ogni volta ,immancabilmente intrecciate con conseguente caduta nell'olio del pezzo di carne tanto atteso e mangiato tantissimo pane nell'attesa, con le varie salse:tonnata,remoulade,cocktail,tabasco,verde all'aglio e rossa piccante(quanto prima metterò il link alle ricette). Ho preparato una fresca e gustosa nìcoise o insalata nizzarda e accompagnato il tutto con un buon rosso francese e per rimanere in tema Francia un dessert scelto e fatto   in fretta un paio di ore prima,le fiadone, un dolce tipico della Corsica a base di formaggio brocciu corso(che ho sostituito con ricotta) e limone . 
 
le salse
la nìcoise o insalata nizzarda
le fiadone

8 commenti:

  1. Ciao Daniela! Che bello il pentolino abbinato ai piatti!!
    E' una cena da fare assolutamente in compagnia e a me piacerebbe moltissimo. Ma non possiedo il set da fonduta. Prima o poi mi sa che me lo compro.
    Complimenti.

    RispondiElimina
  2. ciao Any,grazie cara....se ti capita l'occasione compralo.......

    RispondiElimina
  3. Ma che organizzazione la tua tavola! Una fonduta così è una signora fonduta! Non manca niente!

    A casa non l'ho mai preparata, ho avuto modo di apprezzarla in qualche ristorante. E'carino stare a tavola e intingere in quelle salsine saporite! :-)

    RispondiElimina
  4. Mamma mia che delizia, cara Dani! Non l'ho mai provata e vedere questa splendida tavola imbandita di tali prelibatezze mette voglia di oltrepassare lo schermo! :D Complimenti e un abbraccio strettissimo! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma che carina che sei Ely....almeno una volta devi fare questa esperienza.....noi eravamo solo in tre ma e molto diverterte star li a chiaccherare mentre aspetti che si cuoce il boccone di carne!

      Elimina
  5. ma quanti bei ricordi legati alla bourguignonne!!
    le prime cene a casa di amici, altre cene a casa nostra e i bambini che si divertivano un sacco con quelle forchettine !! quanto tempo è passato!
    la prossima cena con amici dobbiamo farla così! sìssì! e magari mi segno qualche salsina!
    a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Simo,anche io ho rispolverato il set per la fonduta che non usavo da tantissimi anni,presto pubblico le ricette delle salse......

      Elimina