mercoledì 15 agosto 2018

Bicchierini di panna cotta alla vaniglia,fragola e lampone

 Ferragosto 2018 e siamo arrivati al sesto anno di blog.Un altro anno è passato,un anno fatto di giorni belli e brutti perchè questo è quello che  la vita ci offre,un anno in cui ho messo un po' da parte il blog ma a settembre il bambino andrà al nido e vediamo di dedicare un poco di tempo in più a questo mio spazio culinario.
Per festeggiare, oggi una ricettina veloce veloce ma buonissima e carina,una panna cotta stratificata in tre gusti,vaniglia fragola e lamponi.
Con questa quantità ho riempito 12 bicchierini con 150-160 grammi in totale di panna in ogni bicchierino.
Considerando che è servita nei bicchierini,si può diminuire a 5 g la gelatina.

Ingredienti
(per 12 pezzi)

Per la panna cotta ai lamponi:
  • 450g di panna fresca
  • 200g di purea di lampone
  • 6g di colla di pesce(3 fogli della Paneangeli)
  • 70g di zucchero semolato
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia(o una bustina di vanillina)
Per la panna cotta alla fragola:
  • 450g di panna fresca
  • 200g di purea di fragola
  • 6g di colla di pesce
  • 70g di zucchero semolato
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
Per la panna cotta alla vaniglia:
  • 600g di panna fresca
  • 55g di zucchero
  • 6g di colla di pesce
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia(o una bustina di vanillina)
Preparare per prima cosa la panna cotta ai lamponi .Idratare la  colla di pesce in acqua fredda,versare in un tegame  la panna con lo zucchero e la vaniglia,far sciogliere bene e quando è ben caldo(80°C più o meno),spegnere e aggiungere la colla di pesce ben scolata,mescolare bene e unire la polpa di lampone.
Versare uno strato di circa un centimetro nei bicchierini e porre in frigo a raffreddare fino a quando è rappresa la superficie.
Nel frattempo preparare il secondo strato con le fragole e appena la panna è fredda ma ancora liquida,versare il secondo strato nel bicchierino,riporre in frigo a rapprendere e procedere con il terzo strato alla vaniglia.
Far bene attenzione ,quando versiamo la panna, che sia fredda o appena tiepida e che lo strato sotto sia ben fermo per non rischiare che i due strati si mescolino insieme. 
Per completare decoriamo a piacere il bicchierini così ultimato, oppure possiamo velare la superficie con della gelè di lamponi.
Buon ferragosto a chi passa da qui oggi.


domenica 1 luglio 2018

Cream tart :il tormentone 2018


Questa torta-crostata sta letteralmente spopolando sul web,la nuova tendenza in fatto di torte di compleanno viene da Israele e precisamente dal laboratorio della giovane pasticcera Adi Klinghofer.
Dolci cuori,lettere e numeri sono realizzati con sottili strati di pasta sablè o anche biscotto,intervallati da ciuffi di panna,creme al mascarpone o diplomatiche,namelake e ganache al cioccolato,decorati con frutta fresca e fiori eduli,meringhe e macarons,ognuno fa la sua versione con colori e sapori diversi.
Anche io dopo mesi e mesi di tentennamenti ho pravato a fare la mia versione in occasione del compleanno di mia figlia,premetto che come bellezza  non ha niente a che vedere con quelle di Adi,ma a mia scusante devo dire che  mi sono decisa a farla alle 9 di sera,senza sapere come farla e che fiori e frutta  usare,però sapevo che la volevo sui toni del rosa(in giardino il giorno dopo, per decorarla, ho trovato una rosellina arancio e qualche violetta gialla), e verso mezzanotte ,dopo aver fatto le basi di sablè e preparato la farcitura,mi sono messa a preparare delle meringhe bianche e ovviamente, rosa. 
Non avendo i macarons a disposizione ho farcito 2 meringhe lisce,ma si può farne a meno.
Consiglio di preparare una quantità maggiore di sablè per poter ritagliare senza rattoppi le lettere o i numeri,con la pasta rimanente possiamo fare dei biscotti da usare anche sulla torta.
Scegliere sempre una frolla morbida tipo la sablè, una pasta biscotto o pasta sfoglia ,per agevolare il taglio e una crema di farcitura soda e compatta per sostenere il peso del piano sopra.
Farcire le basi sempre il giorno prima,per avere un taglio netto senza rotture,l'umidità della crema ammorbidirà la base.Decorare la torta solo quache ora prima del servizio.

Ingredienti
(per una lettera s grande 30x22cm -12 porzioni)

Pasta sablè:
  • 300g di farina 00 per dolci
  • 175g di burro
  • 100g di zucchero a velo
  • 2 tuorli di uova medie
  • 1/2 limone grattugiato 
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
Farcitura:
  • 500g di panna fresca
  • 500g di mascarpone
  • 130g di zucchero a velo
Inoltre:
Fragole,lamponi,1 pesca,meringhe e fiori edibili,più 3-4 cucchiai di salsa di fragole(fragole cotte pochi minuti con zucchero e setacciate).

Procedimento
Sablè:
Nella planetaria inserire il burro a tocchetti e la farina,con la frusta a k lavorare a bassa velocità fino ad avere un composto simile alla sabbia,poi inserire le uova lo zucchero e gli aromi,far andare la macchina fino a quando si compatterà,formare un panetto e trasferire in frigo per un'ora almeno.
Lavorare velocemente la sablée per renderla malleabile prenderne tre quarti e stenderla tra 2 fogli di carta forno ad un'altezza di mezzo centimetro. Ritagliare la pasta con la lettera scelta(disegnare una sagoma su cartoncino ) e cuociamo a  170° per circa  13-15 minuti. La pasta non dovrà cuocere troppo per evitare che risulti troppo dura ,dovrà mantenere un colore chiaro.Ripetere il tutto per la seconda base.
Far raffreddare bene prima di far scivolare delicatamente  la base sul vassoio di servizio.
Crema di farcitura:
Montare il mascarpone con lo zucchero a velo,poi aggiungere la panna ben fredda e continuare a montare ,ma non troppo altrimenti la crema risulterà un po' granulosa e non liscia(io sono andata troppo avanti nel montare e soprattutto il giorno dopo si notava questo).La crema è un po' abbondante,con l'avanzo ho fatto due bicchierini.
Composizione del dolce:
Fissare con uno spuntone di crema la base di sablè sul vassoio.
Mettere la crema in una sac a poche con bocchetta grande liscia(da 1cm almeno)e formare tanti spuntoni regolari seguendo il contorno della base,io ho messo anche i tre-quattro cucchiai di salsa di fragola nella parte centrale degli spuntoni ,ma si possono mettere anche pezzetti di fragole o altra frutta.
Coprire con l'altra base e ancora spuntoni di crema al mascarpone,conservare in frigorifero e il giorno dopo decorare a piacere,gelatinare con glassa neutra la frutta per evitare che scurisca.



giovedì 21 giugno 2018

Cheesecake al pistacchio e Nutella


Amo le cheesecake,in tutti i gusti,sia cotte che nella versione a freddo,amo la loro cremosità abbinata alla croccantezza del fondo di biscotto e quella leggera nota acidula data dal formaggio cremoso.
Mi piacciono molto nella loro versione neutra con sopra una generosa colata di salsa di fragole o insieme ai frutti di bosco ,ma non disdegno neanche quelle che hanno già un gusto di base ,che sia nutella,mirtilli o come questa al pistacchio.Da parecchio tempo volevo farla e finalmente qualche settimana fa mi sono decisa,avevo in frigo panna da montare,mascarpone e philadelphia ,ho fatto ungiro nel web per trovare una ricetta che mi ispirasse ma non ne ho trovata nessuna che utilizzasse i tre ingredienti insieme e allora ho fatto di testa mia e creato la mia cheesecake al pistacchio senza cottura.
Io ho usato l'anello di una stampo a cerniera di 23 cm di diametro perchè la volevo bella alta,se la preferite più bassa aumentare il diametro dello stampo.


Ingredienti
(per uno stampo da 23-24 cm di diametro)

Per il fondo di biscotto:
  • 250g di biscotti digestive o simili
  • 80g di burro
  • 1 cucchiaio di miele
  • 50g di cioccolato fondente
  • 1 pizzico di cannella in polvere(facoltativo)
Per la crema di formaggio:
  • 250g di mascarpone
  • 250g di panna da montare fresca
  • 320g di Philadelphia(4 panetti da 80g l'uno)
  • 130g di zucchero a velo
  • 40g di latte
  • 6g di colla di pesce(3 fogli Paneangeli)
  • 150g di pasta di pistacchio pura
  • qb di Nutella o crema alla nocciola(3-4 cucchiai)
Inoltre farina e granella di pistacchio per decorare.
Procedimento
Posizionare l'anello o il cerchio dello stampo a cerniera senza il fondo su di un piatto o vassoio,foderare le pareti dell'anello con strisce di acetato o carta forno e mettere da parte.
Tritare i biscotti con il cioccolato fondente e la cannella, aggiungere il miele con il burro fuso e freddo,mescolare bene e distribuire il composto sul fondo dell'anello,livellare bene con un cucchiaio e far indurire in frigorifero per una mezz'ora, poi distribuire tre cucchiaiate di nutella sopra il fondo di biscotto.


Idratare i fogli di gelatina in acqua fredda.Montare philadelphia ,mascarpone e zucchero a velo con le fruste elettriche,quando il tutto è ben amalgamato aggiungere la pasta di pistacchio e la gelatina sciolta nel latte caldo.Montare la panna e unirla delicatamente alla crema di formaggio e pistacchio poi versare il tutto nello stampo,livellare bene battendo lo stampo sul tavolo e far indurire in frigorifero per 5-6 ore almeno(meglio se viene preparata il giorno prima,ne migliorerà il sapore).
Togliere l'anello e la striscia di acetato e decorare a piacere,io ho usato farina e granella di pistacchio e nutella messa in un conetto di pasta forno e formato delle righe sulla cheesecake.
Si può decorare poi il piatto con una salsa di nutella resa più fluida con qualche cucchiaio di latte caldo e versata poi sulla fetta.





venerdì 25 maggio 2018

Crostata cremosa al cioccolato e ciliegie


 Sono passati esattamente due mesi dal mio ultimo post,praticamente neanche mi ricordo più da quanto tempo non faccio un dolce,in questo periodo ho qualche problema di stomaco e cerco di preparare piatti più semplici e leggeri anche per quello che riguarda pranzo e cena,quindi questo è un dolce che è rimasto dall'anno trascorso in attesa di essere pubblicato.
Ricordo che appena l'ho visto qui mi sono detta che era il dolce che faceva per me,goloso, al cioccolato ,con un morbido ripieno e tante ciliegie che dovevano essere consumate prima che si rovinassero.
Ho eseguito la ricetta pari pari,diminuendo solamente 10g di cacao sostituito da 10g di farina in più.
 Ingredienti
(Per una tortiera da 20cm di diametro)
  • 400g di ciliegie duroni
  • 200g di cioccolato fondente al 50%
  • 160g di farina 00
  • 140g di burro
  • 80g di zucchero semolato
  • 40g di cacao amaro
  • 40g di zucchero al velo
  • 2 uova intere
  • 2 tuorli
  • 1 cucchiaino di cannella 
  • 1 pizzico di sale
Procedimento
Setacciare la farina, il cacao e la cannella, unirli insieme allo zucchero semolato, il sale e 80g di burro freddo a tocchetti  nella  ciotola della planetaria,sfariniamo il tutto con il gancio a k o foglia(oppure mescoliamo a mano con un mestolo se non abbiamo la planetaria)e uniamo i tuorli e tre cucchiai di acqua,lavorare velocemente fino ad ottenere un impasto compatto,formare un panetto schiacciato,coprirlo con pellicola e far riposare almeno 30 minuti in frigo.
Nel frattempo denocciolare le ciliegie lasciandone da parte 100g. Trasferire l'impasto sulla tavola di legno e con l'aiuto di due fogli di carta da forno stenderlo con il matterello ad uno spessore di tre o quattro millimetri circa.
Trasferirlo in uno stampo possibilmente a cerniera,formando un bordo alto 4 centimetri,rifilare i bordi e bucherellare il fondo con una forchetta,distribuire le ciliegie denocciolate e riporre nuovamente in frigo.

Tritare il cioccolato e scioglierlo insieme al burro rimanente nel microonde o a bagno maria e far intiepidire.Separare i tuorli dagli albumi e montare i tuorli con lo zucchero a velo fino a quando saranno gonfi e spumosi unire il cioccolato tiepido e ancora fluido e amalgamare delicatamente,montare a neve gli albumi e aggiungerli al composto di uova e cioccolato mescolando dal basso verso l'alto senza smontare.Versare il composto sopra alle ciliegie nel guscio di pasta frolla e cuocere in forno ventilato preriscaldato a 180°C(far riferimento sempre al proprio forno per regolare il calore)per 45 minuti,far raffreddare la torta nello stampo prima di sformarla,conservarla in frigo e decorarla con le ciliegie rimaste prima di servirla.



domenica 25 marzo 2018

Mini cheesecake salati


In verità questi cheesecake li ho serviti come entrée nel pranzo del primo dell'anno,ma visto che non li ho pubblicati perchè non approfittarne ora e prepararli per il giorno di Pasqua,in fondo sono così carini e colorati che ci stanno proprio bene sulla tavola pasquale.Poi sono anche comodi perchè li possiamo preparare in anticipo e conservarli in congelatore visto che per sformarli devono essere congelati.
La ricetta l'ho trovata qui e seguita pari pari tranne che non avendo il basilico fresco ho messo un paio di cucchiaini di pesto di basilico fatto da me a settembre e conservato in congelatore.
Sono anche molto versatili e,come consiglia Chiara possiamo anche decorarli con cubetti di salmone affumicato e buccia grattugiata di limone e sostituire il basilico con dell'aneto per un menù a base di pesce.
Se non abbiamo uno stampo di silicone possiamo servirli in piccoli bicchierini.

Ingredienti
(per 15 pezzi circa)
  • 80g di Tuc
  • 50g di burro fuso
  • 300g di Philadelphia
  • 150g di mascarpone
  • 50ml di panna fresca
  • 2-3 cucchiaini di pesto di basilico(o 5g di foglie di basilico fresco)
  • 15 olive nere
  • 15 pomodorini confit(qui la ricetta)
  • sale e pepe
  • qualche fogliolina di basilico fresca(io di menta)
Tritare finemente i tuc,mescolarli al burro fuso e distribuire il composto sul fondo di ogni contenitore premendo bene , mettere lo stampo in congelatore per alcune ore.In una ciotola mescolare il mascarpone e il philadelphia con la panna,salare e pepare,amalgamare bene e aggiungere due o tre cucchiaini circa di pesto di basilico(o le foglie  tritate)mescolando appena e lasciando delle striature di pesto.Inserire il composto in una tasca da pasticcere e riempire gli stampini con il fondo di biscotto,livellare con una spatola e conservare in congelatore.
Sformare i cheesecake ancora congelati sul piatto di portata alcune ore prima del servizio e decorarli con un pomodorino confit ,un'oliva e una fogliolina di basilico o menta.


martedì 27 febbraio 2018

Scialatielli con moscardini e vongole


Ingredienti
  • 800g di moscardini puliti
  • 1 kg di vongole
  • 10-15 pomodorini datterini
  • qb di scalogno
  • qb di olio extravergine
  • qb di peperoncino
  • qb di prezzemolo tritato
  • vino bianco
  • pepe nero
  • 500g di scialatielli freschi
Tagliare in pezzi non tanto grandi i moscardini,in una padella versare quanto basta di olio , un pezzetto di peperoncino(se ci piace anche dell'aglio)e i moscardini.
Far andare per una quindicina di minuti o fino a quando non sarà evaporata tutta l'acqua di cottura dei moscardini.Nel frattempo far aprire in un tegame le vongole e sgusciarne la maggior parte,filtrare l'acqua di cottura e tenerla da parte,sfumare i moscardini con il vino e una volta evaporato aggiungere i datterini tagliati a metà,dopo qualche minuto unire le vongole con il guscio e quelle pulite,un po' di acqua di cottura delle vongole e far cuocere ancora per qualche minuto,cospargere con prezzemolo tritato e spegnere.
Cuocere gli scialatielli al dente,scolarli e versarli nella padella con il sugo,aggiungere se serve altra acqua di cottura delle vongole o se fosse troppo saporito con l'acqua di cottura della pasta,far saltare un minuto e cospargere con prezzemolo tritato e una spolverata di pepe.



lunedì 5 febbraio 2018

Ciambelle con fiocchi di patate

Nelle cartelle che ho in archivio ci sono diverse foto di ciambelle e bomboloni,con patate,senza patate e con fiocchi di patate,passano mesi e anche anni e in questa confusione di foto non mi ricordo più la ricetta .Questa è una di quelle ,poi cerca che ti cerca l'ho ritrovata in una mia foto su Fb e perciò oggi è il caso che la scrivi nel blog,sia mai mi venga voglia di friggere in questi giorni e con questa ricetta non dobbiamo lessare le patate prima.
Non ricordo di chi sia la ricetta,sono passati anni ,forse l'ho trovata su Cookaround che ho frequentato  per tanto tempo.
E' sottinteso che si possono fare anche le bombe con questa ricetta e poi riempirle con la crema pasticcera.


Ingredienti
  • 60g di fiocchi di patate
  • 300g di latte intero
  • 750g di farina manitoba
  • 100g di zucchero
  • 25g di lievito di birra
  • 70g di burro
  • 3 uova
  • 5g di sale
  • 50-60g di latte per sciogliere il lievito
  • 1limone grattugiato
  • qb di vaniglia(estratto o bacca)

Procedimento:
Portare a bollore i 300g di latte e versarci i fiocchi di patate,amalgamare bene e far intiepidire.
Nella planetaria,ma si può impastare anche a mano naturalmente, versare le patate,lo zucchero,il lievito sciolto con il latte,la buccia grattugiata del limone,la vaniglia e le uova,mescolare per pochi minuti e aggiungere il burro morbido,mescoliamo e per ultimo  la farina e il sale,impastare fino ad ottenere un composto bello liscio e morbido ma non appiccicoso,aggiungendo un po' di latte se serve(se useremo una farina più debole metteremo meno latte).
Trasferiamo la massa sulla tavola, diamo un giro di pieghe prendendo un lembo di pasta e portandolo al centro e avvolgiamo a palla.Trasferiamo in una ciotola oliata leggermente e facciamo lievitare coperto fino al raddoppio.
Tagliamo dei pezzi di 40-50g circa,avvolgiamo a pallina e poi formiamo le ciambelle premendo un dito al centro e allargandolo con le dita,io ho usato questo metodo,oppure stendiamo ad una altezza di 1 cm e con due coppapasta di misure diverse formare le ciambelle e trasferirle sulla tavola infarinata.
Far lievitare coperte per 1 oretta circa,poi prendendole delicatamente con una spatola friggere in olio profondo a temperatura non tanto alta,scolarli e passarli nello zucchero semolato. 



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...