giovedì 23 ottobre 2014

Gelato al tè matcha (a me mi sa che non mi piace!!!!)

La frase tra parentesi è grammaticamente scorretta, ma voluta per calcare maggiormente la mia osticità verso questo tè che ho rincorso per anni con il dubbio amletico ''lo compro o non lo compro?'' Il costo di questa preziosa polvere verde mi ha sempre frenato dall'acquisto e se poi non mi piace?Complice la mia amica Cinzia,curiosa anche lei di provare questo tè dall'irresistibile colore verde,ci decidiamo a comperarlo(sorvoliamo sul prezzo che è meglio)e per testare il sapore ci siamo preparate una bevanda...sa di fieno!...è stata la mia prima sensazione e pure la seconda e anche la terza!Lascio passare un pò di tempo e mi decido a provarlo nel gelato...sa di fieno!Non riesco proprio ad apprezzarne il sapore,ho fatto fatica a finirlo,mentre a Cinzia e al marito è piaciuto,ora di questa polverina tanto desiderata quanto costosa dovrò pur farne qualcosa,nel frattempo ne abbiamo usata un pochino su delle sfogliette croccanti con salame,mousse di ricotta e una spolveratina di matcha .Per ora vi lascio la ricetta del gelato(si lo so,siamo in autunno e oggi  fa talmente freddo che sembra di essere in pieno inverno, mentre due giorni fa c'erano ancora trenta gradi e indossavamo  i vestiti estivi)in seguito cercherò di sperimentare  ricette che me ne facciano apprezzare il sapore e beneficiare di tutte le sue proprietà.A questo riguardo qui potrete saperne di più su questo famosissimo tè.
Ingredienti
  • 350ml di latte intero
  • 2 tuorli (38-40g)
  • 100g di panna fresca
  • 85g di zucchero
  • 20g di destrosio
  • 20g di latte in polvere
  • 2,5g di neutro o farina di semi di carrube
  • 2 cucchiaini di tè matcha

Riscaldare il latte ,versarvi il latte in polvere e portare a 85°C,nel frattempo mescolare in una ciotola con lo zucchero e il destrosio,i tuorli,non serve montare, versarvi il latte mescolare bene e portare la ciotola in un bagnomaria caldo , sempre mescolando portare il composto di tuorli a 85°C,non far bollire assolutamente.Togliere la ciotola dal bagnomaria e versarvi la panna fredda , il neutro o farina di semi di carrube  che avremo stemperato con un po' di destrosio preso dal totale e il tè matcha,con un mixer ad immersione frullare per un minuto ,porre la ciotola a bagno con acqua e ghiaccio e raffreddare rapidamente per evitare la formazione dei batteri. Conservare la base coperta con pellicola in frigorifero a maturare per un minimo di due ore fino ad arrivare a 24 ore(,questo per dare tempo al neutro di assorbire le particelle di acqua ed evitare la formazione dei cristalli di ghiaccio) e poi mantecare in gelatiera per 30-40minuti,il tempo può variare in base al tipo di gelatiera.



giovedì 16 ottobre 2014

5 amiche in cucina.........


Quando la passione unisce i cuori, crea una squadra di donne,alcune tanto giovani da potermi essere figlie,alcune meno giovani, ma tutte legate da un'amicizia nata tra pentole e fornelli.
Una squadra che insieme ha dato vita a questa serata,pensata , organizzata e creata da noi fin nei minimi particolari,dal tovagliolo verde ricamato con l' iniziale della festeggiata(Quirina,la caposquadra del gruppo e cucito da Marika la più giovane)...
ai centrotavola con lime rose e ortensie,


 dal tableau , il menù e le poesie che allietavano ogni tavolo con la sua ode alla vita, stampati da Claudia(figlia di Quirina), dopo la selezione dei vari poeti fatta da Cinzia...
 alle scatoline segnaposto con macarons verdi fatti da me e Quirina , ma confezionate da noi tutte insieme,



dalle candele e lanterne che illuminavano i tavoli e la veranda della casa di Quirina, all'apparecchiatura  e allestimento dei cibi.

Per ultimo ma non meno importante,la scelta dei piatti e la preparazione della cena per 36 persone fatta tutta con le nostre mani.Se da un lato siamo state aiutate da abbattitori , celle frigorifero e congelatori vari,dall'altro non sono mancati i problemi dovuti un pò dalla nostra inesperienza e molto dal fatto di aver scelto tantissimi fingerfood,che si sa hanno bisogno di  tempo e tanta cura nella preparazione.Tutto questo ci ha fatto ritardare l'orario di inizio della cena.
Non dimentichiamoci poi dei buonissimi crostini con semisfere di polpo,fatti da Angelica(anche lei giovanissima e mamma di 4 bimbi), e gli sformatini di spinaci con scamorza affumicata scomparsi!Si proprio scomparsi durante il trasporto dei cibi a casa di Quirina,location della cena,con annesso trasloco di tutte le attrezzature e alimenti necessari alla finitura dei piatti.Ma perchè questo trasloco vi domanderete?Quirina,si sempre lei ,la festeggiata,ha uno chalet al mare con annesso ristorante e abbiamo preparato tutto li per la comodità di usare abbattitori e celle frigo.Naturalmente polpo e sformatini sono stati dimenticati in fondo al frigo!
Non nego che ci siamo trovate di fronte a molte difficoltà nel giorno della cena per le molte cose da finire e rifinire proprio all'ultimo minuto,infatti le decorazioni dei fingerfood sia dolci che salati sono state fatte frettolosamente oppure non sono state proprio fatte o alcuni piatti trasformati perchè non si trovava più cosa bisognava mettere insieme,tipo le gelatine di champagne con caviale che sono diventate gelatine con mirtilli visto che non si trovava più il caviale.Giusto per ricordarne un'altra il trionfo di frutta che ha rischiato di essere più che un trionfo, un fallimento ,anzi di non esistere proprio visto che non c'era stato il tempo di preparare la frutta come doveva essere,poi per fortuna Claudia aveva preparato alcuni fiori di frutta e  nell'intervallo tra il secondo e i dolci ho dato una tagliata al cocomero e infilzato dentro i fiori ,appoggiato su un piatto e buttato (si letteralmente)tutto intorno fragole e uva.
Ma che vogliamo poi dire dei trancetti dolci, tanto carini e ben sistemati nella scatola,che qualcuno distrattamente ha capovolto nel congelatore ?C'è voluta tutta la pazienza di Marika e Angelica che hanno poi dato una bella sistemata al disastro.E ne vogliamo parlare poi della festeggiata che al momento di ricevere gli ospiti stava friggendo ancora le olive?Tutto questo e molto altro hanno creato momenti di panico non lo nego,fortunatamente Cinzia con la sua calma si districava tra tutte noi aiutandoci, non è riuscita neanche ad andare a casa per cambiarsi,santo marito che le ha portato i vestiti!
Stanchezza tanta ,tanto lavoro,ma anche tanta soddisfazione per essere riuscite nell'impresa .
Si vabbè ma che festeggiava Quirina? direte voi giustamente!Quirina ha voluto festeggiare il suo pensionamento insieme a tutti i suoi amici ,vecchi e nuovi,per chiudere  il passato e aprirsi al futuro con energia, vitalità e tante aspettative!

Ed ora un po' di foto della serata:
I tavoli con un tocco di verde...





 la festeggiata...
il resto della squadra e sotto i piatti preparati...
Fior di limone con mousse di tonno,zucchine e gamberetti fritti,olive di pesce e carne fritte,minipanini con salmone e rucola...
Bocconcini di primosale e ricottine al peperoncino e rucola direttamente da Napoli,cubetti di formaggio e frutta ,uva farcita...
Bicchierini con pomodorin, bufala e rucola,bignè con chantilly al parmigiano,couscous alle verdure e pollo,schiacciatine con salame ,ricotta e tè matcha...
Mini piadine con prosciutto stracchino e rucola di Montersino,miniquiche con pomodorino confit,mini cheesecake alla mediterranea,dip di carciofi e pinoli con sfogliette croccanti...
Due colori di Montersino,pannacotta al parmigiano con confettura di pere,grissini prosciutto e crema di pistacchi,mini quiche alle zucchine emmenthal e prosciutto cotto...
Polenta con salsa piccante su letto di finocchiona,bacetti con salsa tonnata,gelatina di champagne e mirtilli...
Insalata russa con orata,gamberi con salsa piccante di pesche,mignon di frolla salata con pannacotta al tonno e mostarda di peperone,barattolini di insalata russa con orata...
Cruditè di pesce spada e mazzancolle,scampi alla catalana,insalata di baccalà e frutta.....e altri fingerfood che non abbiamo più trovato o fotografato... 
Paccheri alle verdure con fonduta di scamorza e brie su vellutata di zucchine........e una spettacolare sella di vitello arrosto   con salsa ai porcini e insalata Waldorf Astoria anche loro senza foto.
E infine la carrellata dei dolci:
Cestini di meringa con ganache al caffè di Montersino,tartellette alla crema chantilly con semisfera di curd al limone,tartellette alla crema di mango e aspic di frutta entrambi di Montersino,tartellette alla crema di limone...
Macarons al limone e pistacchio,cestini di cioccolato con mousse al pistacchio e nocciola,bignè mignon alla vaniglia pistacchio e nocciola,trancetti al pistacchio e vaniglia...
Piccola pasticceria assortita,cestini di frutta,trancetti allo yogurt e fragola,finanzieri al cioccolato con confettura di lamponi...
Bicchierini misti di panna cotta,ancora tartellette e trancetti e la torta tiramisù,anche questa senza foto decenti.... e infine i fiori di frutta nel cesto di anguria su letto di fragole e uva.
E sotto ancora alcuni scatti dell'allestimento...