lunedì 27 febbraio 2017

Arancini di Carnevale


Domani è Carnevale,ultimo giorno per friggere frittelle, bombe, ciambelle,cicerchiate,castagnole e chi più ne ha più ne metta,l'elenco dei fritti carnevaleschi è infinito.Mercoledì inizia la Quaresima e di tutti questi dolci io contemplerò solo le foto e aspettare il prossimo anno sarà lunga.
Intanto aggiorno la sezione fritti dolci con gli arancini,questa è la ricetta della mia mamma,risale a tantissimi anni fa quando ancora si usava nei dolci la margarina e quantità enormi di lievito di birra,nel suo quaderno è scritta così e io l'avevo ricopiata tale e quale anche se poi usavo il burro.Nella ricetta di mamma il lievito era un panetto,cioè 25g,ma ne ho un'altra dove il lievito era 50g per 700g di farina.Non so perchè se ne usasse così tanto,forse perchè una volta le case erano fredde e riscaldate solo da una stufa ,quindi tanto lievito permetteva una lievitazione veloce,ma è solo un mio pensiero.
Io ne ho usato 12g ma perchè avevo fretta di farle,mi sono decisa alle undici di ieri mattina e per le tredici erano pronte da portare a casa di mia sorella,quindi ne possiamo usare anche 10g avendo più tempo.   

Ingredienti
  • 2 uova grandi
  • 50g di burro
  • 12g di lievito di birra(anche 10g)
  • 500g di farina 00 per dolci(+ un cucchiaio)
  • 200g di latte
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1 arancio molto grande(o 2 normali)
  • 1 limone
  • 180-200g di zucchero semolato
  • qb di olio di semi di arachide per friggere
Procedimento

Versare nella ciotola della planetaria(si può impastare tranquillamente anche a mano) le uova,la farina,il burro sciolto,lo zucchero e la vaniglia,il lievito sbriciolato e il latte,impastare per qualche minuto e inserire anche il sale,continuare ad impastare fino ad ottenere un impasto liscio e non appiccicoso ma morbido,nel caso aggiungere un cucchiaio di farina(in totale ho impastato una quindicina di minuti).
Trasferire l'impasto sulla tavola spolverata con farina,formare una palla,coprire e far riposare per 15-20 minuti.
Nel frattempo grattugiare l'arancio e il limone e mescolarli insieme allo zucchero semolato.
Dividere in due la palla e stendere la pasta in un rettangolo spesso mezzo centimetro,distribuire sul rettangolo metà dello zucchero con gli agrumi e arrotolare.Tagliare a fette spesse 1 cm circa,io ho tagliato il rotolo con filo da cucito,come nella foto sotto,perchè con il coltello mi si appiccicava ma ognuna adotta il sistema che più gli piace.
Posizionare le rondelle di pasta su di una teglia foderata di carta forno,coprire con un telo e passare al secondo pezzo di pasta,procedere come per il primo.
Scaldare l'olio di semi e friggere a fuoco medio le rondelle tagliate per prime.
Volendo,si possono cuocere al forno facendole lievitare un po' di più.
Lo zucchero può sembrare troppo,ma non lasciamoci tentare dal non metterlo tutto,io l'ho fatto ma poi non erano molto dolci,perchè poi in cottura lo zucchero si scioglie e caramellizza tutto nel'olio.
Se friggiamo gli arancini non serve far lievitare le rondelle,giusto il tempo di preparare il secondo rotolo e il primo è pronto da friggere.





3 commenti:

  1. Che dolcini stupendi! Non ne avevo mai sentito parlare... quello zucchero agrumato deve essere la fine del mondo. Sì, per il resto credo che un tempo si decidesse di usare molto lievito di birra al fine di lievitazioni più rapide.. ma come dici tu.. ad avere tempo, usarne meno va bene ugualmente. Certo è che per un assaggio di questi arancini io aspetterei anche mesi e mesi, se sono i tuoi!! <3 Bravissima! un abbraccione e buonanotte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie della visita Ely,si hai ragione,il sapore di questi arancini sono la fine del mondo.Un abbraccio anche a te.

      Elimina
  2. Non conoscevo questi dolcetti, sono davvero stupendi! Buona serata :)

    RispondiElimina