mercoledì 20 novembre 2013

Fiori lilla per Silvia

Ovvero la storia di un urna cineraria!
Non prendetemi per pazza ma è così che mia figlia a definito la torta per il suo compleanno di qualche anno fa...3 anni fa per l'esattezza.
Copio incollo quanto ho scritto su questa torta postata sul forum di Cookaround:

" Ho copiato non proprio fedelmente (non avendo tutta la sua attrezzatura ) questa torta di krikrira,io mi sono arrangiata con quello che avevo e ho fatto questi fiori che sono una via di mezzo tra una peonia ,una rosa antica e mettiamoci pure un lisiantus....insomma ho lavorato di fantasia!


Giusto per far capire l'umore di mia figlia(che ha compiuto 29 anni) e il sottotitolo....''già mentre preparavo i pannelli, lei arriva li guarda e fà ''ma che mi stai a fare ,la lapide per il cimitero?''ecco già qui tutto il mio entusiasmo è crollato,vabbè io ho continuato lo stesso e per farla breve,dopo qualche giorno, a torta finita apre il frigo e dice...''bè,tanto per rimanere in tema...mi hai fatto l'urna per mettere le ceneri'' aaaaaaaaaahhhh come non strozzare una figlia?
Comunque poi chi l'ha vista mi ha risollevato il morale e meno male dopo tutta la fatica fatta.
Le foto non sono il massimo ,i colori sono falsati ,non so cosa ho toccato nella macchina fotografica e la mia torta ha cambiato colore.
Per la torta ho fatto un pds al cioccolato di 8 uova grandissime 265g di zucchero 200g di farina e 65g di cacao e cotto in una teglia di 28cm di diametro.Ho rivestito un cubo di legno con le fette di pandispagna , farcito con crema alla nocciola e mousse al cioccolato(il procedimento delle creme lo trovate qui)
per la crema alla nocciola:
375g di mascarpone
300g panna
220g di pralinato alla nocciola

per la mousse:
165g di cioccolato fondente
5 uova
bagna con latte e cacao,copertura con panna montata,pannelli in pasta di zucchero e decorato con glassa reale .










il colore era più o meno questo




qui è come ho legato la torta per evitare che si aprisse (visto che ho sbagliato i calcoli geometrici ihihi) prima che asciugasse la glassa.
E dopo questo poema....una foto dell'interno e della torta smontata.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...