venerdì 5 febbraio 2016

Castagnole alla ricotta di Nazzareno Lavini

Ed è arrivato anche il carnevale,Natale è appena passato e tra poco arriverà anche la Pasqua ma a dieta ci metteremo mai?
Ieri ,giovedì grasso ,avevo della ricotta di pecora da smaltire,qualcuno su Facebook aveva messo la foto di queste castagnole fatte da Paoletta di ''Anice e Cannella'',ho subito approfittato e smaltito la ricotta con ottimi risultati,veloci da fare e molto buone,soffici soffici anche oggi e di solito il fritto il giorno dopo non è il massimo,una ricetta da replicare sicuramente.
Io ho ridotto di un terzo gli ingredienti,per la dose originale rimando al link sopra.

Ingredienti
  • 32g di burro
  • 100g di zucchero
  • 1 limone grattugiato
  • 1 arancia grattugiata
  • 200g di ricotta di pecora
  • 3 tuorli di uova
  • 260g di farina 00 per dolci(+ due cucchiai se serve)
  • 70g di fecola di patate(oppure tutta farina)
  • 12g di lievito vanigliato
  • 1 pizzico di sale
  • 100g di latte intero
Olio di semi di arachide per friggere
Zucchero a velo o semolato per spolverare

Procedimento

Nella planetaria con la frusta a K,(o a mano in una ciotola)mettere il burro molto morbido (o fuso e poi fatto raffreddare)con lo zucchero e le bucce grattugiate degli agrumi,far amalgamare , unire la ricotta e i tuorli d'uovo ,mescolare bene poi inserire le farine,il sale,il lievito e il latte.Lavorare bene ma non per molto,avremo un composto molto morbido(io ho aggiunto due cucchiai di farina ).
Spolverare leggermente il piano di lavoro con la farina,prendere un po' di composto e rotolarlo sulla tavola a formare un grosso cordone come per gli gnocchi,poi tagliare dei pezzi grandi come una noce e arrotondarli leggermente,friggerli in olio profondo e bollente a fuoco medio fino a quando sono belli dorati,scolarli e lasciar asciugare l'olio in eccesso su carta assorbente.Rotolarli nello zucchero semolato o spolverarli con zucchero a velo.
 




Nessun commento:

Posta un commento